Login

Accesso Utenti
venerdì 28 luglio, 2017

È prevista per martedì 25 luglio, alle ore 10.30, l'audizione in Commissione sanità dell'Assemblea Regionale Siciliana del presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano e del direttore generale Vittorio Virgilio.

Il management della Fondazione illustrerà, alla Commissione, l’andamento economico e gestionale della Fondazione Giglio.

Alcuni lavori delle Commissioni vengono trasmessi in diretta streaming sul canale YouTube della Assemblea Regionale Siciliana.

Pubblicato in Notizie

Rivedi on-line l'audizione del presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano, in Commissione bilancio dell'Assemblea Regionale Siciliana che si è tenuta il 20 luglio 2017.

Nella seduta anche l'intervento dell'avvocato Pier Carmelo Russo consulente legale della Fondazione.

Per rivedere la registrazione della seduta clicca qui.

Pubblicato in Notizie

È prevista per giovedì 20 luglio, alle ore 17, l'audizione in Commissione bilancio dell'Assemblea Regionale Siciliana del presidente della Fondazione Giglio di Cefalù Giovanni Albano.

Il presidente Albano illustrerà, in Commissione, la situazione gestionale e finanziaria della Fondazione Giglio.

Oltre al presidente Albano saranno ascoltati, per il medesimo ordine del giorno, il Presidente della Regione, l'Assessore regionale per l'economia e l'Assessore regionale per la salute.

I lavori della Commissione si possono seguire in diretta streaming sul canale Youtube dell'Ars.

clicca qui per l'ordine del giorno della Commissione.

 

Pubblicato in Notizie

"Sono fatti e vicende del 2012 del tutto estranei alla nuova gestione della Fondazione Giglio di Cefalù”. Lo afferma il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano, alla guida del Cda dal 2015, in merito all’inchiesta della Procura della Repubblica di Termini Imerese.

“Il nuovo corso della Fondazione Giglio con questi fatti non c’entra nulla”, ribadisce il presidente. “Ci siamo dati, dall'insediamento criteri e regole di trasparenza anche sulla gestione delle liste di attesa. E’ stato un vero e proprio cambio di verso che ha portato al risanamento anche economico della Fondazione Giglio.

Mi spiace, che il ritorno in cronaca, in un momento delicato che vive la Fondazione, di questa vicenda che - ribadisco - non ci appartiene, possa danneggiare l'immagine di un ospedale e dei suoi operatori a cui i pazienti si rivolgono con grande fiducia.

Fra l’altro - aggiunge Albano - questa vecchia inchiesta fa riferimento alla chirurgia generale il cui responsabile non è più dipendente della Fondazione Giglio.

Ribadiamo la massima collaborazione - conclude Albano - con l'autorità inquirente affinché si arrivi rapidamente ad una verità processuale che possa far emergere il nuovo corso dato, in questi anni, alla nuova Fondazione Giglio di Cefalù”.

15 vl

mobile 335-8382991

Pubblicato in Comunicati stampa

Con cambio giuridico della Fondazione a rischio 750 dipendenti

 “La Regione Siciliana e l’Asp di Palermo esercitano pieno controllo e vigilanza sulla gestione della Fondazione Giglio sia attraverso la nomina del componenti del consiglio di amministrazione, organo di indirizzo e di controllo, sia, per la Regione, attraverso la nomina dei tre componenti del collegio sindacale designati rispettivamente dalla presidenza della Regione e dagli assessorati regionali al bilancio e alla sanità. Inoltre, il bilancio viene certificato da società di revisione”. Lo afferma il presidente della Fondazione Giglio di Cefalù, Giovanni Albano, sottolineando “una gestione ispirata a criteri di trasparenza, economicità ed efficenza”.

“La Fondazione - prosegue il presidente Albano - lavora su un budget assegnato dalla Regione Siciliana. Le risorse vengono trasferite alla Fondazione periodicamente a fronte delle sole prestazioni effettuate. Prestazioni sottoposte, fra l’altro, al controllo dell’Asp di Palermo”.

Il presidente inoltre, precisa che “i conti della Fondazione Giglio sono in ordine. Negli ultimi esercii il bilancio è stato chiuso in attivo ed è stato approvato dagli organi di amministrazione e controllo (Consiglio e Revisori) della Fondazione.

Il personale della Fondazione medico, infermieristico e amministrativo è assunto con contratto di diritto privato. La trasformazione in contratto di diritto pubblico implementerebbe la spesa, per la Regione, di 9 milioni di euro. Tutti gli acquisti, inoltre, avvengono secondo il criterio del pubblico.

Non voglio - sottolinea Albano - entrare nella qualità delle prestazioni erogate che è di altissimo livello lo dimostra il numero di utenti che ripongono quotidianamente la loro fiducia sul Giglio di Cefalù. Struttura che eroga prestazioni di alta complessità tanto è vero, come si evince dai dati regionali, risulta un peso medio superiore, per disciplina, alla media regionale.

Perorare, invece, la tesi, come qualcuno sta facendo in queste ore, di trasformare la Fondazione da diritto privato a fondazione diritto pubblico potrebbe portare sulla strada ben 750 famiglie. Oltre a tutto l’indotto che ruota intorno alla Fondazione di Cefalù.

E’ questa per noi una grande preoccupazione. Se per dare continuità al progetto originario occorre un nuovo ingresso di un socio privato ben venga - sottolinea il presidente - ma vanificare 15 anni di investimenti e di buona sanità sarebbe una sconfitta per la Sicilia.

Su quanto emerso in queste ore - conclude il presidente della Fondazione Giglio - chiederò un’audizione al Presidente della Corte dei Conti e alla Commissione Regionale alla Sanità e Bilancio per poter chiarare tutto con serenità”.

vl

mobile 335-8382991

Pubblicato in Comunicati stampa

La Fondazione Istituto Giglio di Cefalù ha aperto le porte agli studenti del terzo anno del liceo Mandralisca della cittadina normanna per il progetto alternanza scuola lavoro. Ben 28 studenti, sino al 21 luglio, affiancheranno il personale dell’ospedale Giglio sia per l’area tecnica amministrativa che sanitaria realizzando un’esperienza di orientamento e formazione nel mondo del lavoro secondo la didattica del “learning by doing”.

“Abbiamo aperto l’ospedale ai giovani – ha detto il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano, che ha siglato il protocollo d’intesa con il dirigente scolastico Francesco Di Majo – registrandone l’entusiasmo e il desiderio, tra i ragazzi, di vivere e conoscere una realtà che un giorno potrebbe risultare determinante per la scelta del loro futuro”.
“L’ospedale – ha aggiunto il direttore generale, Vittorio Virgilio – si integra con il territorio e coglie anche questa occasione per sensibilizzare i giovani all’approccio con il mondo sanitario e alla prevenzione”.
Gli allievi, del terzo e quarto anno di corso, seguiranno un percorso di apprendimento in diversi ambiti organizzativi fra cui: farmacia, radiologia, medicina nucleare, ingegneria clinica, segreterie di reparto, ufficio relazione con il pubblico, uffici di area tecnica e amministrativa.
“Fondamentale – ha detto il dirigente del Mandralisca Di Majo – è la preziosa e sollecita collaborazione di tutto lo staff del Giglio che ogni giorno accoglie gli alunni con cura e disponibilità, permettendo loro di compiere un’importante esperienza formativa”.
Referente delle attività di alternanza del Liceo Classico “Mandralisca”, realizzato attraverso il percorso stabilito dalla legge 107, è la professoressa Annalisa Manzo.

12 vl/com 2017

Pubblicato in Comunicati stampa

“La dotazione organica della Fondazione Giglio di Cefalù è all’ordine del Consiglio di Amministrazione fissato per il 21 giugno. Il giorno dopo si potranno bandire i concorsi, per il personale medico, a tempo indeterminato”. Lo ha detto il presidente della Fondazione Giglio di Cefalù, Giovanni Albano, respingendo, con fermezza, quanto affermato dalla Fp Cgil Palermo.

“E’ stata rispettata - ha aggiunto Albano - la programmazione dettata dall’Assessorato regionale alla Salute con la chiusura della contrattazione, sulla nuova rete, avvenuta il 30 maggio. Da qui è stato possibile sviluppare la dotazione organica con i relativi fabbisogni.

Nelle scorse settimane - ha detto Albano - sono stati anche banditi e in gran parte già espletatele selezione e il reclutamento di medici a tempo determinato in oncologia, anestesia, ortopedia, urologia, laboratorio analisi e cardiologia.

Inoltre, la Fondazione ha sottoscritto delle convenzioni con aziende sanitarie dell’area metropolita per reclutare ulteriori professionisti disponibili a supportare le attività del Giglio.

Con grande senso di responsabilità - ha concluso il presidente Albano - constatiamo ogni giorno l’impegno del nostro personale sanitario e non per mantenere alti gli standard assistenziali".

VL

Pubblicato in Comunicati stampa

 “L’imminente varo della rete ospedaliera siciliana è il frutto del lavoro, serio, responsabile e tenace mostrato dall’assessore regionale della salute, Baldo Gucciardi”. Lo ha detto il presidente della Fondazione Istituto Giglio di Cefalù, Giovanni Albano, congratulandosi con l’assessore per “il giusto riconoscimento assegnato, nella Rete, all’ospedale di Cefalù”.

“Da qui – ha continuato Albano – proseguiamo un’azione di rilancio del Giglio ampliando l’offerta sanitaria e proiettandoci sempre più verso l’alta specialità e l’alta complessità”.

L’ospedale di Cefalù, nella nuova rete ospedaliera, è stato classificato come “spoke” ovvero ospedale di primo livello.

7 vl/com 2017

Pubblicato in Comunicati stampa
Martedì, 27 Dicembre 2016 12:11

Dermatologia, a gennaio un nuovo ...

Giornale di Sicilia

27.12.2016

Sanità. Si tratta di quello di dermatologia oncologica. Obiettivo è la prevenzione «ancor più importante in una regione come la Sicilia dove vi è un'alta esposizione al sole>>

Cefalù, a gennaio un nuovo ambulatorio al Giglio

CEFALÙ ··· Partirà nella seconda metà di gennaio il nuovo ambulatorio di dermatologia oncologica annesso al reparto di oncologia della Fondazione Istituto Giglio di Cefalù. Il nuovo servizio è stato illustrato ai medici di medicina generale nel corso di un incontro che si è tenuto all'ospedale Giglio. Al centro del nuovo servizio vi sarà lo studio, la prevenzione e la terapia per le malattie dermatologiche con particolare attenzione alle neoplasie cutanee.

«Con i conti in ordine - ha detto il presidente del consiglio di amministrazione Giovanni Albano -, adesso possiamo inaugurare per la Fondazione Giglio una seconda fase: quella della crescita». Il presidente ha specificato che «Si parte con l'ambulatorio di dermatologia, a febbraio con l'oculistica e quindi con investimenti per rinnovare il parco tecnologico e rendere questa Fondazione competitiva». «Cefalù si contraddistingue, come ha più volte evidenziato il direttore generale Vittorio Virgilio - ha detto il direttore sanitario Lorenzo Lupo - come centro di alta specialità in campo oncologico. Questo servizio incrementerà l'offerta sanitaria non solo per il territorio. In Fondazione ha aggiunto Lorenzo Lupo - sono già presenti tutte le apparecchiature che ci consentiranno di iniziare le attività a gennaio 2017».

Il laboratorio di dermatologia oncologica dispone di un videodermatoscopio digitale che utilizza un microscopio con telecamere a fibre ottiche collegato al computer con cui è possibile visualizzare in dettaglio le lesioni dermatologiche e la struttura dei nei. Si tratta della cosiddetta «tecnica dell'epiluminiscenza che ha una precisione diagnostica stimata al 93 percento» è stato specificato nel corso dell'incontro tenuto nel nosocomio.

Nello staff del Giglio entrerà a far parte la dottoressa Roberta Alaimo, specializzata in dermatologia oncologia, «giovane e qualificata professionista» ha sottoli neato Lupo. Il servizio che prenderà il via a gennaio, si avvarrà, inoltre, della collaborazione deU'anatomo patologo e dermatólogo Giulio Ferranti già responsabile del laboratorio di istopatologia cutanea (dermatologia) dell'Idi di Roma dove vi ha lavorato per circa trenta anni, sino al 2015. «Si tratta di un professionista di altissimo livello - ha evidenziato Albano -, uno specialista che trasferirà nella nostra struttura il know how acquisito in una carriera svolta in prima linea per la cura del melanoma della cute», Nel suo intervento, l'anatomo patologo e dermatólogo Giulio Ferranti ha rivolto «un invito alla prevenzione soprattutto in una regione come la Sicilia dove vi è una alta esposizione al sole. La prevenzione è fondamentale, ha rilevato. Il melanoma diventa già pericoloso quando supera 1 millimetro. Il vantaggio, rispetto agli altri tumori - ha concluso Ferranti - è che si può vedere e riconoscere».

Pubblicato in Dicono di noi
Pagina 1 di 5

Facebook

 

La Fondazione

La Fondazione Istituto San Raffaele G. Giglio di Cefalù, oggi Fondazione Istituto G. Giglio di Cefalù, veniva istituita il 17 gennaio del 2003 attraverso una joint venture tra la Regione Siciliana, il Comune di Cefalù, l'Azienda USL 6 di Palermo, oggi Asp, e la Fondazione San Raffaele del Monte Tabor di Milano. Rappresentava uno dei primi modelli in Italia di sperimentazione pubblica-privata per la gestione di un ospedale pubblico, secondo quanto previsto dall'articolo 9 bis della legge n. 502 del 1992.

Continua a leggere...


Fondazione Istituto
G. Giglio di Cefalù

Contrada Pietrapollastra - Pisciotto
90015 Cefalù (PA)
Tel: +39 0921 920 111
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizi Online

I nostri servizi online sono a disposizione per garantirti la massima interazione con il tuo ospedale.

Medico Online
Referti Online
Prenotazioni Online

 

Intramoenia
Newsletter
URP

Premio Innovazione
Smau 2016
Riconoscimenti
Bollini rosa 2016-2017
Bollini rosa 2014-2015
Premio innovazione SMAU 2016 Ospedale Donna Ospedale Donna