Login

Accesso Utenti
sabato 25 novembre, 2017

La Fondazione Giglio di Cefalù celebra San Raffaele Arcangelo protettore dell'ospedale dal 18 dicembre 2015 con decreto del vescovo della cittadina normanna.

Venerdì 29 settembre, alle ore 12, sarà lo stesso vescovo della Diocesi di Cefalù, mons. Vincenzo Manzella, a presiedere, nella Cappella dell'ospedale, la santa messa.

Mons. Manzella sarà accompagnato dal cappellanno dell'ospedale mons. Sebastiano Scelsi.

"Il nome Raffaele - scrive Scelsi nel messaggio di invito ai fedeli - significa in ebraico "Dio risana" ed è legato nella Bibbia alla guarigione prodigiosa di Tobi dalla sua cecità. Pertanto - prosegue il sacerdote - la nostra devozione e preghiera a San Raffaele ci ottenga dal Signore il dono della luce dello spirto per un servizio sempre più ricco di umanità, di solidarietà e di amore fraterno verso gli ammalati e i sofferenti.

La ricorrenza della festa - conclude Scelsi - cade liturgicamente il 29 settembre con la memoria anche degli Arcangeli San Michele e San Gabriele".

 

Pubblicato in Notizie
Mercoledì, 12 Aprile 2017 15:39

Pasqua: il vescovo Manzella al Giglio

Il vescovo di Cefalù, Vincenzo Manzella, in occasione della Santa Pasqua è tornato in ospedale dove ha presieduto la messa nella cappella della struttura sanitaria.

Il vescovo era accompagnato dal mons. Sebastiano Scelsi, cappellano dell'ospedale.

Al termine della funzione il consueto scambio di auguri e il ringraziamento del direttore generale, Vittorio Virgilio al vescovo Manzella per l'attenzione che rivolge alla struttura sanitaria.

Alla funzione ha preso parte anche il direttore sanitario, Lorenzo Lupo.

In basso l'augurio del vescovo della Diocesi di Cefalù ai degenti del Giglio.

 

Pubblicato in Galleria Fotografica

Nella prossimità della festa solenne della Pasqua del Signore, mercoledì 12 aprile, alle ore 12, nella cappella dell'ospedale Giglio, sarà celebrata la santa messa con la presidenza di s.e. mons. Vincenzo Manzella, vescovo della Diocesi di Cefalù.

"Il nostro vescovo - dice mons. Sebastiano Scelsi, cappellano dell'ospedale - ha molto a cuore il cammino e le sorti di questo ospedale e viene volentieri per rivolgere l'augurio di buona Pasqua, ricco di auspici per l'ulteriore consolidamento e pregresso di questa struttura, che da diversi anni opera in un orizzonte regionale.

Alla Santa Messa sono invitati a partecipare i pazienti, i familiari, e il personale della Fondazione. Sarà presente il management della Fondazione Giglio. 

Pubblicato in Notizie

Nella prossimità della festa solenne della Pasqua del Signore, mercoledì 12 aprile, alle ore 12, nella cappella dell'ospedale Giglio, sarà celebrata la santa messa con la presidenza di s.e. mons. Vincenzo Manzella, vescovo della Diocesi di Cefalù.

"Il nostro vescovo - dice mons. Sebastiano Scelsi, cappellano dell'ospedale - ha molto a cuore il cammino e le sorti di questo ospedale e viene volentieri per rivolgere l'augurio di buona Pasqua, ricco di auspici per l'ulteriore consolidamento e pregresso di questa struttura, che da diversi anni opera in un orizzonte regionale.

Alla Santa Messa sono invitati a partecipare i pazienti, i familiari, e il personale della Fondazione. Sarà presente il management della Fondazione Giglio. 

Pubblicato in Notizie

AL GIGLIO DI CEFALÙ SI È TENUTA LA CONFERENZA SULLA MISSIONE DEL MEDICO

“L’attenzione per l’uomo deve essere a 360 gradi. In medicina non possiamo fare altri ragionamenti che non gravitino nella centralità dell’uomo che dà dignità alla persona”. Lo ha detto il vescovo di Cefalù, Vincenzo Manzella, intervenendo, in occasione della XXV giornata mondiale del malato, alla conferenza su “Medicina e missione del medico nel lenire la sofferenza del malato” che si è tenuta alla Fondazione Giglio di Cefalù.
“La giornata dell’ammalato è stata istituita da Giovanni Paolo II - ha aggiunto il presule - proprio per sottolineare l’importanza della dignità all’uomo, ancor più in un momento di fragilità”.
Il vescovo ha, inoltre, sottolineato il ruolo della ricerca in medicina ricordando ciò che diceva Sant’Agostino “cerca il Signore e quando lo avrai trovato continua a cercalo”. “Anche in medicina deve essere così. C’è la ricerca, c’è la soddisfazione di averla trovata ma all’indomani ci si mette nuovamente alla ricerca per approfondire sempre più e trovare altre soluzioni. Per i medici questo deve essere connaturale”.
I lavori della conferenza, organizzata dall’Associazione medici cattolici italiani della Diocesi di Cefalù, sono stati aperti dal direttore sanitario della Fondazione Giglio, Lorenzo Lupo, che ha voluto sottolineare “la vocazione cristiana dell’ospedale. Questo convegno - ha detto - che vede la presenza di tutte le associazioni che operano accanto al malato, è stato organizzato nello spirito di una sempre maggiore integrazione tra ospedale e territorio”.
Prendendo spunto dagli interventi del convegno, il direttore sanitario ha poi annunciato “l’avvio di un processo di centralizzazione del paziente con l’apertura dei team multidisciplinari alla partecipazione dei medici del territorio che hanno in cura i pazienti”.
Anche il direttore del distretto Asp 6 di Cefalù, Giovanni Settepani ha ribadito che “con la sinergia e il lavoro in rete si può dare un supporto importante alle persone che soffrono”.
La conferenza moderata da Tindaro Iraci e da Filippo Boniforti, ha registrato gli interventi del vice sindaco del comune di Cefalù, Enzo Terrasi, di Luigi Spicola presidente Simg Regione Sicilia, del cappellano dell’ospedale mons. Sebastiano Scelsi, di Francesco Salamone, medico di medicina generale e terapia del dolore, dei responsabili dell’oncologia e della chirurgia del Giglio, rispettivamente Massimiliano Spada e Marcello Spampinato, del neuroriabilitatore del Giglio, Sergio Bagnato, di Luigi Galvano della Federazione italiana medici di medicina generale e di Giuseppe Intrivici presidente della locale Associazione Medici Cattolici Italiani. Presenti ai lavori numerosi medici del territorio e volontari dell’Unitalsi.
Al termine il vescovo Manzella ha celebrato la messa nella cappella dell’ospedale.
4 vl/com 2017

Pubblicato in Comunicati stampa
Lunedì, 28 Novembre 2016 18:00

Natale: concerto e visita del vescovo

Il vescovo di Cefalù, mons. Vincenzo Manzella, celebrerà mercoledì 21 dicembre, alle ore 11.30, in occasione del Natale, la santa Messa in ospedale. Come ogni anno sarà officiata nella hall di ingresso dell'ospedale. 

Il vescovo, nella visita alla Fondazione Giglio, sarà accompagnato dal cappellano dell'ospedale mons. Sebastiano Scelsi.

Al termine della funzione il presule inaugurerà l'acquasantiera della cappella dell'ospedale. Un'opera realizzata e donata dallo scultore di Mistretta Gaetano Russo* il cui nome, figura dal 2016, nel registro dei "Tesori Vivienti Patrimonio dell'Unesco".

L'acquasantiera è stata ricavata dalla Pietra di Comiso. E' stata realizzata a mano con tecniche classiche di lavorazione manuale, le stesse utilizzate nell'arte classica della scultura.

 Il programma della visita del vescovo alla Fondazione Giglio è in aggiornamento.

 

NATALE in Corsia

15 dicembre 2016 - dalle ore 16 alle ore 17.30 - concerto Ensemble Porpora I.C. Botta di Cefalù

Nella cappella dell'ospedale concerto dell'Ensemble Porpora composta da 50 alunni della Scuola Media e diretta dal Maestro Giovanni Passamonte.

L'appuntamento è promosso dall'Associazione San Raffaele Giglio Volontari della Specialità di Cefalù per i familiari e i degenti ospedalizzati.

 

*Biografia dello scultuore Gaetano Russo

L’Amastratino Gaetano Russo nasce nel 1974, figlio d’arte vive e opera a Mistretta nel suo studio di scultura .
Numerose sculture donate dall’artista arredano la Città Mistretta e alcuni punti sono stati ribattezzati dai cittadini con il nome delle suo opere. Ha ricevuto committenze sia da privati che da enti pubblici, ha realizzato l’altare delle chiesa madre di Motta d’Affermo commissionato direttamente dalla soprintendenza. Ha collaborato per il recupero di opere architettoniche con i Lions, mettendo a disposizione la sua professionalità gratuitamente.
Dal 2010 al 2014 è Presidente della Consulta Comunale del Centro Storico producendo innumerevoli proposte, come il recupero delle case nel centro storico, si è fatto promotore di una raccolta firme per intitolare il paese “Mistretta Città di Pietra”, ha collaborato con la Pro Loco locale per tutelare e valorizzare il patrimonio culturale- artistico della Città. Ha fondato ed coordinato il Pese Albergo un'importante iniziativa turistica, nel 2013 Russo organizza il secondo simposio Città di Mistretta,
il 15 maggio 2013 dona una sua opera al Santo Padre, una sua scultura viene inaugurata a novembre 2013 , l’Ecce Homo,si trova a Messina a colle San Rizzo e l'ultima sua opere si trova a Viagrande CT committente l'Avis di Viagrande. Fonda e dona alla comunità, Il museo dello scalpellino, ospitato presso il Palazzo Portera a Mistretta. Oggi molte opere sparse per la cittadina nebroidea parlano della storia di Mistretta grazie alle opere donate dallo scultore dal 1996. Dal 2016 il suo nome è sul registro dei "Tesori Viventi Patrimonio dell'Unesco". A Giugno del 2016 il Consiglio Comunale e l'Amminstrazione del Comune di Mistretta gli conferiscono attestato di merito.

Acquasantiera, in pietra di Comiso, realizzata a mano con tecniche classiche di lavorazione manuale, le stesse tecniche utilizzate da sempre nell'arte classica della scultura.

Altre info su:
www.facebook.com/gaetanorussoscultore
http://www.gaetanorussoscultore.altervista.org/

Pubblicato in Attività
Giovedì, 28 Gennaio 2016 11:26

Al Giglio, il 12 feb. apertura Porta Santa

Venerdì 12 febbraio l'ospedale Giglio celebrerà la XXIV Giornata mondiale del Malato con la presenza del vescovo della Diocesi di Cefalù, mons. Vincenzo Manzella. Il presule sarà accompagnato dal cappellano dell'ospedale mons. Sebastiano Scelsi.

In questa occasione, alle ore 11.30, verrà aperta la Porta Santa della Misericordia all'ingresso dell'ospedale a cui seguirà la celebrazione della santa messa.

La Giornata Mondiale del Malato (la cui data ufficiale è l'11 febbraio), si inserisce quest'anno negli appuntamenti programmati per il Giubileo straordinario della Misericordia che si concluderà il 20 novembre del 2016.

 

La nota di Mons. Sebastiano Scelsi - Cappellano dell'Ospedale:

Giornata Mondiale del Malato
Giubileo della Misericordia Divina

L’11 febbraio 2016 ricorre, nella Festa della Madonna di Lourdes, la XXIV Giornata Mondiale del Malato che ha come tema: “Affidarsi a Gesù misericordioso come Maria”: «Qualsiasi cosa vi dica fatela» (Gv 2,5).
Nel nostro Ospedale la celebreremo venerdì 12 febbraio con la partecipazione del Vescovo di Cefalù, Mons. Vincenzo Manzella, il quale presiederà la Celebrazione Eucaristica alle ore 11.30 e ci presenterà il messaggio della Giornata del Malato, che quest’anno assume un tono particolare nella luce del Giubileo della Misericordia divina.
Papa Francesco ci esorta ad aprire il cuore a quanti vivono nelle più disparate periferie esistenziali e alle tante situazioni di precarietà e sofferenza presenti nel mondo di oggi.
Visitare ed assistere gli ammalati è un’opera di misericordia raccomandata vivamente dalla Chiesa sulla base dell’insegnamento evangelico (cfr. Mt 25, 31-40).
La giornata del 12 febbraio possa essere per tutti gli ammalati e per tutti coloro che operano nei vari settori a servizio di essi, un momento forte di luce, di grazia e di misericordia che ci apre alla speranza verso il futuro.
L’appuntamento è stabilito alle ore 11.30 per l’apertura della Porta Santa della misericordia presso il nostro Ospedale, alla quale seguirà la celebrazione della Santa Messa.


Gesù Cristo è il volto della misericordia del Padre
(Papa Francesco)

 

 

Pubblicato in Attività
Martedì, 15 Dicembre 2015 17:14

Natale, gli appuntamenti in ospedale

In occasione del Santo Natale il vescovo mons. Vincenzo Manzella, venerdì 18 dicembre, alle ore 11.30, celebrerà in ospedale la santa messa. La funzione si terrà nella hall di ingresso del "Giglio".

In questa circostanza verranno scoperte tre icone raffiguranti San Giuseppe Moscati, protettore dei medici cattolici, San Padre Pio e l'Arcangelo San Raffaele. Le prime due precederanno l'ingresso della Cappella dell'ospedale, l'Arcangelo San Raffaele sarà invece esposto nell'area di ingresso.

La devozione a San Raffaele è stata sempre ben presente nelle comunità cristiane, soprattutto per invocarne la protezione a favore dei malati e dei sofferenti, dal momento che il nome di Raffaele ha il significato di "medicina di Dio". L'arcangelo San Raffaele, nell'icona che verrà scoperta, è raffigurato nella presentazione biblica.

Al termine della funzione religiosa è previsto il consueto scambio di auguri con i pazienti e il personale.

Il giorno di Natale, 25 dicembre, alle ore ore 10mons. Sebastiano Scelsi celebrerà la Santa Eucarestia nella Cappella dell'ospedale con la partecipazione di tutti i pazienti che lo desiderano. Interviene il presidente del Consiglio di Amministrazione, Giovanni Albano.

 

Pubblicato in Attività
Pagina 1 di 2

Facebook

 

La Fondazione

La Fondazione Istituto San Raffaele G. Giglio di Cefalù, oggi Fondazione Istituto G. Giglio di Cefalù, veniva istituita il 17 gennaio del 2003 attraverso una joint venture tra la Regione Siciliana, il Comune di Cefalù, l'Azienda USL 6 di Palermo, oggi Asp, e la Fondazione San Raffaele del Monte Tabor di Milano. Rappresentava uno dei primi modelli in Italia di sperimentazione pubblica-privata per la gestione di un ospedale pubblico, secondo quanto previsto dall'articolo 9 bis della legge n. 502 del 1992.

Continua a leggere...


Fondazione Istituto
G. Giglio di Cefalù

Contrada Pietrapollastra - Pisciotto
90015 Cefalù (PA)
Tel: +39 0921 920 111
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizi Online

I nostri servizi online sono a disposizione per garantirti la massima interazione con il tuo ospedale.

Medico Online
Referti Online
Prenotazioni Online

 

Intramoenia
Newsletter
URP

Premio Innovazione
Smau 2016
Riconoscimenti
Bollini rosa 2016-2017
Bollini rosa 2014-2015
Premio innovazione SMAU 2016 Ospedale Donna Ospedale Donna