Stampa questa pagina

Breast Unit (Senologia)

Ubicazione: Piano -2 (presso la Medicina Nucleare)
Numero posti letto: Ricavati all’interno dell’U.O. complessa di Chirurgia (3 p.l. settimanali)

Cure Erogate

L’Unità Funzionale Multidisciplinare di Senologia (UFMS - Breast Unit) è dedicata alla diagnosi e terapia della patologia mammaria ed è costituita da un team di sanitari appartenenti a diverse specialità (Chirurgia, Radiologia, Oncologia, Psicologia Clinica, Anatomia Patologica, Medicina Nucleare, Radioterapia, Chirurgia Ricostruttiva).  Tutti i casi vengono discussi in riunioni collegiali settimanali nelle quali vengono definiti i relativi percorsi diagnostici e terapeutici. L’attività viene svolta secondo criteri di efficienza ed efficacia in linea con gli standard qualitativi raccomandati dalle Società Scientifiche di riferimento (EUSOMA).
L’unità prende in carico il paziente dal suo ingresso in ospedale e lo segue per l’intero percorso di diagnosi e cura. L’accesso all’UFMS  può avvenire contattando telefonicamente il “case manager” presso la  segreteria stessa dell’unità. Al case manager inoltre ci si può rivolgere per tutti i problemi piccoli e grandi che emergono nella quotidianità delle terapie e dei controlli e che richiedono un parere medico competente e immediato.

La disponibilità di una diagnostica di III° livello  - ecografia, mammografia digitale, risonanza magnetica mammaria, interventistica senologica (citologia, core biopsy, vacuum assisted breast biopsy)  - e della medicina nucleare (PET/TC, Scintigrafia) permette di poter acquisire una diagnosi “preoperatoria” accurata onde meglio pianificare per ogni singolo caso la più idonea strategia terapeutica.
L’approccio chirurgico di tipo oncoplastico viene pianificato nelle modalità conservativa o radicale:

  • biopsia del linfonodo sentinella (identificato mediante linfoscintigrafia con Tc 99sm),
  • analisi anatomopatologica intraoperatoria del linfonodo sentinella e dei margini di resezione,
  • resezioni parenchimali regolate di lesioni non palpabili con metodica ROLL (Radioguided Occult Lesions Localization con Tc 99’),
  • linfoadenectomia ascellare “nerve sparing”,
  • mastectomia “skin sparing” e “nipple sparing”,
  • ricostruzione del complesso areola capezzolo,
  • lipofilling,
  • simmetrizzazione mammella residua e controlaterale,
  • inserimento/rimozione/sostituzione di expanders o protesi definitive.

In casi selezionati è possibile effettuare intraoperatoriamente il trattamento radioterapico (IORT) grazie alla collaborazione con LATO.
In alcuni casi la paziente può invece essere avviata al trattamento oncologico chemioterapico (previsto il posizionamento di clip per la marcatura della lesione tumorale nei trattamenti neoadiuvanti), ed eventualmente riproposta all’attenzione del gruppo multidisciplinare al termine del trattamento per le decisioni del caso. 
Completata la fase chirurgica, con l’avvio delle terapie farmacologiche l’U.O. di Oncologia Medica prende in carico il paziente avendo cura di tenere aggiornato il team sullo stato di avanzamento delle terapie (farmacologiche +/- radioterapiche) e sul passaggio al follow-up clinico-strumentale.
Durante tutte le fasi del processo diagnostico e terapeutico sono previsti la consulenza psicologica e colloqui di sostegno psicologico e di counseling (individuali, di coppia e di gruppo).


Attività Ambulatoriali

Sono attivi vari ambulatori specialistici dislocati presso le rispettive unità operativa di appartenenza  (chirurgia, oncologia, diagnostica senologica radiologica) differenziati a seconda delle diverse indicazioni cliniche (primo controllo, procedure di diagnostica precoce, presenza di segni o sintomi, controlli post-operatori, rivalutazione in corso di terapia, follow-up, ecc).


Attività di Ricerca

La Breast Unit, grazie anche alla collaborazione con CNR e LATO, sviluppa protocolli e programmi di ricerca finalizzati alla diagnosi ed alla terapia, ma anche all’implementazione tecnologica.


Letto 23495 volte Ultima modifica il Martedì, 26 Febbraio 2013 17:15